Dall’Avis all’Auser passando per l’Ail: gli ostacoli dell’assistenza al disagio

ULTIMO round ieri della commissione sociale e sanità per il mondo del volontariato prima dell’audizione di Monica Calamai, direttore generale della Asl. Giovanni Belfiore di Avis: << Livorno, pur avendo uno dei centri trasfusionali tra i più attrezzati d’Italia, grazie anche all’operato della direttrice Calamai, non di rado va in tilt per l’alto flusso di donatori e perché la raccolta sangue sovrasta quella del plasma che richiede tempi più lunghi.>>

L’APPUNTAMENTO

Stamani in commissione sarà la volta dell’audizione della direttrici dell’Asl.

<<Abbiamo chiesto l’apertura domenicale, o in fasce orarie flessibili, ma ci è stato risposto di no per mancanza di personale>>. Altra criticità: <<Al centro trasfusionale non si possono fare donazioni dopo le dieci del mattino perché le sacche di sangue vanno a Pisa per la lavorazione perché nel 2014 Livorno diventerà solo centro di prelievo>>. Si aggiungono anche i rumors dell’Ail (Associazione Italiana Leucemia) con il presidente Alessandro Baldi:<< Il reparto di ematologia in ospedale non è adeguato sul piano tecnico e dell’organico>> . Infatti al <<day hospital di oncoematologia e Corat vengono fatte 2000 visite l’anno di cui 500 afferenti ematologia. Tra queste ultime 280 casi vengono diagnosticati leucemie gravi, linfomi e mielomi. Con la Calamai abbiamo ottime relazioni, ma occorre che intervenga per rafforzare ematologia>>. Giacomo Razzauti della Associazione Il Progetto opera con soggetti autistici:<<Per i maggiorenni e adulti non ci sono progetti di sviluppo specifico; i percorsi di cura delle persone autistiche vengono interrotti prima della maggiore età per cui le famiglie sono lasciate da sole; occorre una migliore informazione per le famiglie specie quelle meno organizzate>>. Enzo Pucciarelli per Auser:<<Noi operiamo con gli anziani che ci segnalano la necessità di creare centri territoriali di primo intervento sanitario per problematiche meno complesse per evitare inutili accessi al pronto soccorso>>.

AMPIO DIBATTITO tra i consiglieri comunali. Gianfranco Lamberti (Confronto per Livorno) incoraggia l’assessore Cantù , <<a non mollare visto quello che leggiamo sui giornali>>. E Cantù: << Resterò al mio posto>>. Ancora Lamberti riferendosi ad Avis e Ail:<<Sostengono il loro appello all’Asl a mettere a disposizione più personale sanitario e servizi per rendere ancora più efficace l’operato di tali associazioni>>. Tiziana Bartimo (Rc) ricorda:<< L’invecchiamento della popolazione sulle donne che sono costrette a farsi carico degli anziani anche quando lavorano, con effetti drammatici per le famiglie>>.

Vladimiro Del Corona (Pd):<< Invito Cantù a resistere>>. E in riferimento alle segnalazioni delle associazioni sprona <<i partiti e il consiglio comunale a farsene carico per dare risposte ai cittadini che sentono la politica lontana dai loro bisogni>>.

Monica Dolciotti

LE DONAZIONI DEL 2021

  • SANGUE INTERO

    3520 DONAZIONI

    OBIETTIVO 5500

  • PLASMA

    2041 DONAZIONI

    OBIETTIVO 4200

  • MULTICOMPONENT

    195 DONAZIONI

    OBIETTIVO 500

Numero delle donazioni di sangue intero, plasma e multicomponent durante l'anno in corso. Ultimo aggiornamento: 23-10-2021