Storia

Le prime organizzazioni di donatori attive a Livorno vennero organizzate nelle fabbriche su iniziativa degli stessi lavoratori i quali, già dal primo dopoguerra, dettero vita a varie associazioni. Sebbene qualche gruppo, tra cui l’A.L.V.S. (Associazione Livornese Volontari del Sangue), fosse già sufficientemente strutturato, le carenze di coordinamento e organizzazione sul territorio impedivano tuttavia di far fronte alle crescenti richieste dell’ospedale cittadino. Per questa ragione, cominciò a maturare in seno ai gruppi aziendali la convinzione che unire le proprie forze a quelle dell’AVIS fosse la cosa giusta da fare per aumentare l’offerta di sangue a Livorno.

1955: nasce l’AVIS a Livorno

Nel novembre del 1955 il gruppo dei donatori della raffineria STANIC decise di abbandonare l’ALVS per costituire il gruppo AVIS livornese la cui sede fu posta in piazza Cavour. In quell’anno i donatori AVIS italiani furono circa 200.

Gli anni ’50

L’entusiasmo del gruppo AVIS coinvolse in breve tempo molti altri gruppi aziendali. I donatori della Pirelli, del Cantiere Navale, della Litopone, delle FFSS, delle Poste e Telecomunicazioni, dell’AAMPS, dell’ATAM e del Porto confluirono tutti dentro la nuova associazione tanto che, sul finire degli anni ’50, l’AVIS di Livorno poteva già contare 400 soci (di cui 60 donne) e circa 1300 donazioni annue.

Gli anni’60

Con il nuovo decennio, aperto con la celebrazione dei primi dieci anni di attività del Centro Trasfusionale degli Spedali Riuniti di Livorno (ufficialmente inaugurato nel 1952), l’AVIS livornese registrò un ulteriore periodo di sviluppo dovuto alla nascita di nuovi gruppi aziendali e alla crescita dei donatori indipendenti che iniziarono a rispondere positivamente alle sollecitazioni delle prime campagne di sensibilizzazione.

Gli anni ’70

Gli scandali legati al mondo trasfusionale dei primi anni ’70 assestarono purtroppo, anche a Livorno, un duro colpo alle donazioni. Nel 1971 i donatori AVIS attivi nella nostra provincia si ridussero a 850, ben lontani dai 3000 che sarebbero stati necessari per raggiungere l’autosufficienza. Nonostante il momento difficile, i soci dell’AVIS Comunale di Livorno non si persero d’animo: nel 1974 effettuano 1827 donazioni e ripresero ad espandere l’associazione con la costituzione di nuovi gruppi aziendali (CMF, LIPS, Richard-Ginori). La loro attività fu così efficace che riuscirono a chiudere il decennio con oltre 2600 iscritti, circa 4000 donazioni all’anno e riuscendo, anche grazie al rinnovamento dei locali del Centro Trasfusionale, a raggiungere finalmente l’autosufficienza cittadina.

Gli anni ’80

Sono gli anni della diffusione del virus HIV ma anche di importanti traguardi per l’AVIS di Livorno. La nostra città infatti, nel 1987, fu la prima in Toscana a dotarsi di attrezzature per effettuare la plasmaferesi, l’associazione raggiunse quota 3000 iscritti e trasferì la sua sede in via della Madonna.

Gli anni ’90

Gli anni ’90 hanno rappresentano un periodo di importanti cambiamenti a livello associativo, dettati da un diffuso rinnovamento generazionale e da un diverso approccio alla divulgazione dei valori della donazione del sangue e del volontariato. È il momento della partecipazione dei giovani alla vita associativa, dei progetti di formazione, del rapporto con le scuole, dell’internazionalizzazione. L’entusiasmo che caratterizzò questa fase consentì all’AVIS livornse di superare i 4000 iscritti e diventare così la prima AVIS in Toscana per numero di donazioni. Sul finire del decennio si giunse inoltre alla stipula di un accordo per la ristrutturazione di uno degli immobili di quella che un tempo fu la fabbrica Pirelli in Viale Carducci e che diventerà la nuova sede dell’AVIS Comunale Livorno.

Gli anni 2000

Con il nuovo millennnio, anche Avis Livorno ha dovuto fare i conti con l’innovazione e con l’avvento delle nuove tecnologie legate a intenet che hanno reso possibile una rapida ottimizzazione dei sistemi di organizzazione associativa e di programmazione delle donazioni. Oltre alla creazione di nuovi gruppi aziendali, da sempre la principale fonte “reclutamento associativo”, inizia il percorso di coinvolgimento delle comunità straniere. Questa nuova impostazione, grazie anche all’inaugurazione del nuovo Centro Trasfusionale, consentirà ai donatori livornesi di incrementare di anno in anno il numero delle donazioni e di superare sempre gli obiettivi indicati dalla Regione Toscana.

Schema cronologico

1927 Nasce Avis nazionale
1955 Nasce Avis Comunale di Livorno
1972 Nasce Avis toscana
1987 Prime plasmaferesi a Livorno
1990 Giovanni Bruschi diventa presidente, il suo mandato da un’impronta nuova all’Associazione
2002 Presti il nuovo presidente punta sulla tecnologia
2006 1° servizio civile “Medici di famiglia”;
Tall Sangoulene, senegalese, entra nel consiglio Avis
2007 Giovanni Belfiore subentra come presidente a Eugenio Presti;
Servizio Civile 1° progetto il Dono nello Zaino;
Nuovi gruppi aziendali
2008 La sede viene dedicata alla memoria di Giovanni Bruschi;
Presentazione I° Bilancio Sociale;
1° corso di formazione “L’importanza di una Donazione” con Cesvot;
1° Plasmaday Avis
2009 Nuovo consiglio conferma Giovanni Belfiore presidente;
1° stage universitario in Avis Livorno;
Agendona associazione capofila della toscana Livorno
2010 Prosegue la formazione in Avis con il progetto “L’importanza di una donazione”;
Avis e comunità mussulmana, si intensificano i rapporti con i migranti
2011 Avis Comunale Livorno raggiunge le 10.000 donazioni annue
2012 Lancio nuova Campagna di comunicazione Avis ” Livornesi, donatori purosangue”
Iniziativa di solidarietà in piazza : Festa dei popoli Avis”
2013 Creazione Nuovo Sito Avis
Evento musicale “Livorno Music Awards – Teatro The Cage – “
2014 Nuovo progetto per le Scuole medie Superiori :” Ciak si gira: un cortometraggio per Avis”
Nuovo progetto per le scuole elementari: “Porta un Genitore a Donare”
L’Avis Comunale di Livorno va dal Papa;
2015 L’ Avis Comunale Livorno compie 60 Anni;
2016 Primo evento sportivo Avis : Dono e Sport
2017 Si insedia il nuovo Consiglio Direttivo,  il Presidente è Matteo Bagnoli
Avis da inizio all’Alternanza Scuola Lavoro, presso la propria sede
2018 Costituzione gruppo Avis Giovani di Livorno
Nuovo Statuto Associativo
Evento gruppi musicali giovanili “Avis Music Contest”
2019 Nuova Campagna Avis – Si Avis chi può!

LE DONAZIONI DEL 2020

  • SANGUE INTERO

    1776 DONAZIONI

    OBIETTIVO 5500

  • PLASMA

    1157 DONAZIONI

    OBIETTIVO 4200

  • MULTICOMPONENT

    119 DONAZIONI

    OBIETTIVO 500

Numero delle donazioni di sangue intero, plasma e multicomponent durante l'anno in corso. Ultimo aggiornamento: 13-08-2020